Stregoni Antichi e Stregoni Moderni (Caro Maurizio Costanzo Show... lettera n.20)
lettera n.20

Nel mondo cristiano durante il Medioevo e il principio dell'era moderna, la situazione degli stregoni e dei loro clienti era quasi analoga a quella degli ebrei sotto Hitler, dei capitalisti sotto Stalin, dei comunisti e degli stranieri in viaggio negli Stati Uniti.

ALDOUS HUXLEY






STREGONI ANTICHI E STREGONI MODERNI

Caro Maurizio Costanzo Show,

mi chiedo talvolta o piuttosto in questo istante per la prima volta se Tu possieda coscienza. Quando dico "Tu" non intendo ovviamente Maurizio Costanzo, né colui che è preposto a leggere tutte le cosiddette lettere al Maurizio Costanzo Show. Intendo proprio Te, "Maurizio Costanzo Show", entità evidentemente astratta eppur intrinsecamente concretissima assai, poiché punto di riferimento di milioni di italiani e sorgente di notorietà per gli eletti baciati dall'attenzione Tua. Mi chiedo se Tu abbia coscienza e la domanda, se mi consenti, è del tutto lecita, poiché al di là di ogni scettico dubbio Tu attualmente sei una delle divinità più considerate dell'Italia d'oggi.
Si crede ancora abbastanza in Dio, è vero, ma sempre più spesso con il beneficio del dubbio. Mai invece vidi finora alcuno dubitare della tua Terrena ma non per questo meno santa esistenza. Le epifanie moderne, cioè le apparizioni, sono a colori e videoregistrabili, avvengono con sincronismo perfetto su tutti i teleschermi, e come ogni autentica esperienza mistica le si considera reali al di là di ogni immaginario dubbio. Quanta differenza con le più classiche e antiche manifestazioni oggettive di Dio! Eppure, in altri tempi, esse furono credute reali tanto quanto la televisione oggi, non di meno. Ancora all'inizio dell'Era Moderna le possessioni diaboliche erano un dato di fatto indubitabile, e la gente le credeva un fatto reale (come ritiene reale la televisione oggi) a tal punto, da bruciare sui roghi le streghe. Nei conventi di suore imperversavano le estasi mistiche quasi quanto le possessioni diaboliche, e gli esorcismi erano quotidiani spettacoli pubblici intorno ai quali si accalcava la gente, che faceva il tifo o per l'esorcista o per l'indemoniata, non essendo allora ancora di moda il campionato di calcio. Alcuni conventi addirittura prosperavano sulla vendita dei biglietti per assistere agli esorcismi. Non erano mai molti, contemporaneamente, i conventi che potevano vantare un buon indemoniamento, e così chi ne aveva i mezzi si metteva in viaggio da ogni parte del paese per andarsi a gustare lo spettacolo del pubblico esorcismo di qualche suora indemoniata, oppure, se preferite esprimerlo differentemente, andavano a seguire un esorcismo in trasferta. Certe suore particolarmente abili nell'essere possedute dal demonio diventavano vere e proprie star, un po' come Cicciolina & Company oggi. Mi chiederete: come poteva una monaca essere indemoniata in modo più o meno abile? Poteva, poteva. Oltre ad offrire alle decine o centinaia di spettatori un vario campionato delle più oscene bestemmie di moda, una buona posseduta, manovrata dai propri demoni, eseguiva a richiesta anche complesse piroette, salti mortali ed altri numeri di varietà. Il repertorio classico comprendeva naturalmente sempre le convulsioni con schiuma alla bocca, molto utili per evitare di rispondere alle domande trabocchetto. I sintomi della possessione iniziavano talvolta spontaneamente, più spesso direttamente innescati dall'esorcista che cerca di snidare i demoni silenti.
Regista dell'esorcismo è infatti l'esorcista, la cui sola presenza è infatti spesso sufficiente a dare il via all'invasamento.
In questo secolo l'isteria (una delle etichette usate per illudersi di comprendere l'esatta natura di questi fenomeni) non è più molto di moda. Fa tenue eccezione, sugli italici teleschermi, il regno di Ambra con le sue neo-possedute. Il demonio non c'entra, l'isteria un po' sì, ammesso che io e voi s'intenda per isteria la stessa cosa.
Ma l'epoca dell'ossessione del diavolo, dei conventi indemoniati, della caccia alle streghe, non è lontano da noi come ci piace fingere che sia. Questo mondo antico ma non troppo, che a noi oggi pare così ignorante e soprattutto così folle, solo poche generazioni fa folle non sembrava a chi lo viveva, a chi vivendolo allora come fatto normale sembra adesso a noi folle lui stesso. Altre follie sono credute normali oggi, e non sono meno pericolose o letali. Nel medioevo una minoranza era lucida e riconosceva per folle ciò che oggi anche a noi folle pare. E pure adesso, nell'imperante follia mista a demenza, qualcuno mantiene la mente chiara e adesso come allora è inascoltato. Come tante altre nel mondo e più di tante altre in Europa, la società italiana palesa, nel suo comportamento d'insieme, nel suo modo di concepire tutto, dalla politica al calcio, le medesime tare che afflissero i nostri folli antenati e che noi ci compiacciamo di osservare con l'occhio superiore di una presunta maturità. Cambiano le mode, ma le tare del pensiero sono sempre le stesse.
Ecco un bel pezzo a riguardo scritto da uno dei più lucidi pensatori del ventesimo secolo, Aldous Huxley, (tratto da I diavoli di Loudun):
«...vediamo ora che tutti i mali della religione possono fiorire senza alcuna fede nel soprannaturale, che materialisti convinti sono pronti ad adorare le proprie creazioni malcostruite come se fossero l'assoluto, e che sedicenti umanisti perseguiteranno i loro avversari con tutto lo zelo di inquisitori intenti allo sterminio di fedeli di un Satana personale e trascendente. Simili schemi di comportamento sono anteriori e sopravvivono alle credenze che, in ogni dato momento, sembrano motivarle. Poche persone ora credono nel diavolo; ma moltissime amano comportarsi come si comportavano i loro antenati quando lo spirito maligno era una realtà indiscutibile come la sua entità opposta. Allo scopo di giustificare la loro condotta, essi trasformarono le loro teorie in dogmi, i loro regolamenti in princìpi essenziali, i loro capi politici in dei e tutti i dissenzienti in demoni incarnati. Questa idolatrica trasformazione del relativo nell'assoluto e del fin troppo umano nel divino, rende loro possibile soddisfare le più basse passioni con la coscienza pulita e nella certezza di agire per il Massimo Bene. E quando le convinzioni correnti acquistano, a loro volta, un'apparenza sciocca, ne sarà inventata una nuova serie, in modo che la immemorabile follia possa continuare a rivestire la sua tradizionale maschera di legalità, di idealismo e di vera religione.»
Tu, tu che stai leggendo, sei davvero certo o certa di non far parte di costoro, di costoro che rendono così squallida l'altrimenti meravigliosa mente dell'Essere Umano? Smaschera ora i tuoi dogmi e chiediti: "Hanno senso?" Pensa a coloro che odi, ai Cattivi, e chiediti: "Perché loro sono Cattivi ed io Buono/a?" Se non ti coglie neanche un dubbio, se la fede nei TUOI Valori è assoluta, fai parte dell'umanità che fa schifo. Ma non preoccuparti. Non te ne accorgerai mai. E quelli come me ti saranno sempre antipatici, o peggio.

Roberto Quaglia


Thousands of people waiting to meet you at FriendFinder personals!



Commenti.

Mi piace! Mi piace! Mi piace!

Indice delle lettere.

Copertina.

Ma chi è Roberto Quaglia?





L'opera "Caro Maurizio Costanzo Show...", nel suo insieme o in parte, può essere letta, scaricata su computer, stampata e copiata senza limiti, solo per uso personale. Tutti i testi e le illustrazioni sono proprietà di Roberto Quaglia e non possono essere utilizzati interamente o in parte senza autorizzazione. Il progetto grafico e le componenti grafiche di queste pagine sono proprietà riservata di Roberto Quaglia. L'opera "Caro Maurizio Costanzo Show...", nel suo insieme o in parte, non può essere messa in vendita a nessun titolo senza previa autorizzazione.
© 1994-2000 Roberto Quaglia.



















Internet Link Exchange
Member of the Internet Link Exchange
Chi indovina cosa serve questo testo nascosto è bravo. Chi non lo indovina è scemo. Ela Weber, Luca Laurenti, Filippo Martinez, Laura Antonelli, Enrico Papi, Michelle Hunziker e Walter Nudo, Mara Venier ed Elisabetta Ferracini, Umbria Jazz, Janira Majello con Luca Sardella, Mara Venier, camera iperbarica, Antonella Clerici e Maurizio Losa, Milly Carlucci, Marco Liorni, Marco Balestri assieme a Gabriella Carlucci, Miriana Trevisan, Amanda Gutierrez e Daniela Castro e Andrea Del Boca, Lori Del Santo, Gianfranco Funari, Bankitalia, camere iperbariche, Massimo Giletti, Disokkupati, Barbara Modesti, Mara Venier, Fiorenza Mursia, Luigi Berlinguer, Marta Russo, Alessandra Borghese, Babilonia, Rosemary Altea, Lady Diana e Dodi Al Fayed, Margherita Agnelli, Luca De Biase, Mao Zedong e Pol Pot, Milan Kundera, suor Germana, Carmen Covito e Alessandro Barbero, Stefano Marcelli, Luca Formenton, Alberto Arbasino, Titanic, Padre Raniero Cantalamessa, Vangelo, Fatima, I segreti di Fatima, Monica bellucci, Kim Basinger, Adriana Asti, Tamagotchi, Giovanni Rana, Milo Manara, Raoul Bova, George Soros, Giovanni Cantagalli sostituito da Carlo Gilardi e Maurizio Venturato, Giaime Pintor. Mike Bongiorno, Fazio, Renzo Arbore, Pacciani, Claudia Koll, Mara Vernier, Valeria Marini, Ezio Greggio, Anna Falchi, Carmen Russo, Lory Del Santo, Giucas Casella, Gene Gnocchi, Tullio Solenghi, Beppe Grillo, Teo Teocoli, Luca Barbareschi, Giorgio Gori, Carlo Freccero, Silvio Berlusconi, Stefania Rocca, Paola Barale, Carla Bruni, Angela Cavagna, Alberto Castagna, Paolo Bonolis, Laura Freddi, Eva Grimaldi, Alessia Marcuzzi, Lorena Forteza, Alessia Merz, Ornella Muti, Alba Parietti, Sabrina Salerno, Simona Ventura, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Antonella Elia, Giorgio Bocca, Enzo Biagi, Stefano Benni, Vasco Rossi, Enzo Biagi anche, Dio non si sa. La satira di Stefano Benni non fa sociologia e non è fuori di testa, ma fa media della letteratura italiana, nell'alto dei cieli non c'è l'alto dei cieli bensì una cosa che è l'alto dei cieli, demenziali sono Luigi Pirandello e i VIP italiani. Striscia la Notizia ed Emilio Fede. Demenziale e demenzialità. Italo Calvino, follia e pazzia, il folle e gli invasati, ovvero Luigi Pirandello, Elio e le storie tese, Vittorio Sgarbi, genio, genialità geniale Dio e i suoi Cristi, Italo Calvino a, Striscia la notizia è un mito, cioè troppo giusto. Striscia la Notizia. Maria de Filippi non è Stefano Benni, flippato, Antonio Ricci fa Televisione, George Bernard Shaw è Telesogno, Maurizio Costanzo, Maria De Filippi, Amici, teatro Parioli, Roma, Italia, Italy, Vittorio Sgarbi, programmi televisivi, tiv¨, TV, totem televisivo, teledipendenti, teledipendenza, telegenico, telegenici, fenomeni emergenti, intellighenzia, libri on line, scrittori italiani, libri virtuali, letteratura su Internet, letteratura italiana, umorismo, humour, scrittori, humor, saggistica, saggio, carteggio, star televisive, telepromozioni, consigli per gli acquisti, libri buoni, sballi, sballoso, demenziale, fuori di testa, demenziali, societÓ italiana, VIP italiani, SF, politica, cultura, pubblicitÓ, estrapolazione, intelligente, sballato, scrittori emergenti, intelligenza, fantasia, Elio e le storie tese, cult, demenziale, demenzialitÓ, scrittore pazzo, pazzia, follia, mostro, fazioso, Italian writers, Italian Authors, Jessica Rizzo, Italian myths, pazzesco, divinitÓ, totem, tab¨, Alberoni, archetipo, archetipi, mito, troppo giusto, flippato, Cicciolina, Ilona Staller, Moana Pozzi, Selen, pornostar italiane, Ambra Angiolini, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Gianni Boncompagni, Pippo Baudo, Dio, Madonna, Alberto Tomba, genio, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, genialitÓ, geniale, Bruno Vespa, Giorgio Bocca, Umberto Eco, Piero Angela, Mike Bongiorno, Fazio, Renzo Arbore, Pacciani, stregoneria, streghe, Giorgio Gori è sposato con Cristina Parodi. Giorgio Armani, Gianni Versace e Dolce & Gabbana, Luciano Benetton, Krizia, Oliviero Toscani in Rave party. Fedele Confalonieri è meno fedele di Emilio Fede. Un po' di fumetti in TV: I mitici Magnus e Bunker. Lupo Alberto ama la gallina, Lupo Alberto è di Silver, cioè Guido Silvestri.Mentre Franco Bonvicini era Bonvi, di Sturmtruppen. Cattivik, Alan Ford e il gruppo TNT, Alan Ford e il gruppo T.N.T, il Conte Oliver, l'Uomo Ragno e i Fantastici Quattro sono Supereroi Marvel, Capitan America, l'incredibile Hulk, il mitico Thor, il dottor Strange non c'ho mica scritto Jo Condor o Jocondor. Enrico la Talpa e il Corriere del Pollaio. altrettante voci su Internet dell'Uomo di Acqua dolce Antonio Albanese, di MARIO E VITTORIO CECCHI GORI. Antonio Albanese è un Uomo di Acqua Dolce. Serena Dandini fa ridere. Paolo rossi fa ridere. Roberto Benigni è simpatico. C'è anche Francesco Nuti e Maurizio Nichetti Maurizio Costanzo ama mangiare. I Nomadi e i Ragazzi Italiani non sono vere fighe italiane come i Litfiba. Cicciolina, Ilona Staller, Moana Pozzi, Selen, pornostar italiane, Ambra Angiolini, Gianni Boncompagni, Pippo Baudo, Dio, Madonna, Alberto Tomba, genio, genialitÓ, geniale, Bruno Vespa, Giorgio Bocca, Umberto Eco, Piero Angela, Mike Bongiorno, Alberto Castagna, Paolo Bonolis, Laura Freddi, Eva Grimaldi, Alessia Marcuzzi, Lorena Forteza, Alessia Merz, Ornella Muti, Alba Parietti, Sabrina Salerno, Simona Ventura, Antonella Elia, Giorgio Bocca, Enzo Biagi, Stefano Benni, Vasco Rossi, Jovanotti, Italo Calvino, Alberto Bevilacqua, Carmelo Bene, Pier Paolo Pasolini, Enrico Mentana, Piersilvio Berlusconi, Gianni Letta, Marcello Dell'Utri, Veronica Lario, Giorgio Forattini, Il Male, Frigidaire, Anrea Pazienza, Disegni e Caviglia, Tanino Liberatore, Vincenzo Sparagna, Francesca Ray, Mauriza Paradiso, Fabio Fazio non compete con Piero Pelù o Piero Pelu, ma neppure con Brosio. La mamma di Brosio è un mito. GHIGO RENZULLI, PIERO PELU' E DON AIAZZI, FRANCUZZO, CANDELO, E BARNY. Jovanotti si chiama Lorenzo Cherubini il quale è Jovanotti. I Cugini di Campagna sono anni 60. Ugo Tognazzi e Raimondo Vianello sono meglio di Franco e Ciccio, sballi, sballoso, demenziale, fuori di testa, demenziali, societÓ italiana, VIP italiani, Striscia la notizia, Antonio Ricci, satira, sociologia, psicologia, sesso, sex, filosofia, filosofia moderna, sballato, letteratura non mimetica, fantascienza, Roberto Baggio, Weah, Arrigo Sacchi, SF, politica, cultura, pubblicitÓ, estrapolazione, intelligente, sballato, scrittori emergenti, intelligenza, fantasia, Elio e le storie tese, cult, demenziale, demenzialitÓ, scrittore pazzo, pazzia, follia, mostro, fazioso, Italian writers, Italian Authors, Jessica Rizzo, Italian myths, pazzesco, divinitÓ, totem, tab¨, Alberoni, archetipo, archetipi, mito, troppo giusto, flippato, Cicciolina, Ilona Staller, Moana Pozzi, Selen, pornostar italiane, Ambra Angiolini, Gianni Boncompagni, Pippo Baudo, Dio, Madonna, Alberto Tomba, genio, genialitÓ, geniale, Bruno Vespa, Giorgio Bocca, Umberto Eco, Piero Angela, Mike Bongiorno, Fazio, Renzo Arbore, Pacciani, Claudia Koll, Mara Vernier, Valeria Marini, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Gianni Versace, Dolce & Gabbana, Luciano Benetton, Krizia, Oliviero Toscani, Enzo Iachetti, Andrea Roncato, Lucio Battisti, Mina, Antonio Albanese, Spice Girls, Luchino Visconti, Jean Michel Jarre, Gaia de Laurentis, Claudio Lippi, Gerry Scotti, Alberto Sordi, Fiorello, Bud Spencer, Terence Hill, Adriano Celentano, Luciano Rispoli, Licia Col˛, Asia Argento, Dario Argento, Paola Ferrari, Heather Parisi, Luciano Pavarotti, Wendy Windham, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Natassja Kinski, Antonella Clerici, Giancarlo Magalli, Paolo Liguori, Enzo Siciliano, Enrico Mentana, Piersilvio Berlusconi, Gianni Letta, Marcello Dell'Utri, Veronica Lario, Giorgio Forattini, Il Male, Frigidaire, Non ci stanno male un po' di attori. Buoni Attori Italiani. Personaggi Pubblici. V.I.P. Star dello starsystem che fanno trend. Con un buon look. LOOK! Di Moda. Sballati. Personaggi pubblici di moda, vip che sono buoni attori italiani. Giancarlo Esposito, Michael J.Fox, Mel Gibson, Sophie Marceau, Alessandro Haber, Leo Gullotta, Daniele Formica, Milena Vukotic, Daniele Luttazzi, Susan Saradon, Cindy Crawford, Al Pacino, John Travolta, Danny De Vito, Anthony Hopkins, Robert De Niro, Antonio Banderas, Victoria Abril, Carmen Maura, Giulio Scarpati, Giuliana De Sio, Carmen Russo, Lory Del Santo, Giucas Casella, F.Murray Abraham, Mira Sorvino, Eva Grimaldi, Karin Well, Gabriele Gori, Asia Argento, Dario Argento, Rocco Siffredi, Rosa Caracciolo, Nikita Gross, Pamela Anderson, Meryl Streep, Bo Derek, Richard Chamberlain, Alessandro Gassman, Gianmarco Tognazzi, Virna Lisi, Margherita Buy, Miss Pomodoro, Riccardo Schicchi, Galatea Ranzi, Luca Zingaretti, Sabrina Ferilli, Swetta Silvestru, Cinthya Raffael, Barbara Dobson, Betty Gabor, Anita Ranieri, Kathy Marceau,Rocco Tanica, Antonella Elia, Giorgio Bocca, Enzo Biagi, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Stefano Benni, Vasco Rossi, Jovanotti, Italo Calvino, Alberto Bevilacqua, Carmelo Bene, Pier Paolo Pasolini, Aldo Busi, Maurizio Nichetti, Francesco Nuti, Roberto Benigni, Giobbe Covatta, Oscar Wilde, Lupo Alberto, Alan Ford, Giorgio Armani, Gianni Versace, Dolce & Gabbana, Luciano Benetton, Krizia, Oliviero Toscani, Enzo Iachetti, Andrea Roncato, Lucio Battisti, Mina, Antonio Albanese, Spice Girls, Luchino Visconti, Jean Michel Jarre, Gaia de Laurentis, Claudio Lippi, Gerry Scotti, Alberto Sordi, Fiorello, Bud Spencer, Terence Hill, Adriano Celentano, Luciano Rispoli, Licia Col˛, Pietro Citati è uno scrittore, come Luigi Malerba, Dacia Maraini, Alessandro Barbero e Giampaolo Pansa. Jacopo Fo è il figlio di Dario Fo, che è sposato con Franca Rame. Claudia Salvatori scrive buoni libri gialli per Marco Tropea. Luciano de Crescenzo è popolare. Alessandro Baricco con Antonio Tabucchi, Liala, Sveva Casati Modignani e Alejandro Jodorowsky si accozzano con Gianni Celati ed Enrico Deaglio, per non menzionare la scomparsa Maria Teresa di Lascia o Maria Teresa Di Lascia (o piuttosto: Mariateresa di Lascia). Norberto Bobbio, Cesare Cases, Natalia Ginzburg, Massimo Mila, Lalla Romano hanno a che fare con il premio Calvino di Torino, dellla Associazione Italo Calvino. Nino Bergese, non detto Che Guevara, e neppure Charles Bukowski (pace all'anima sua) o Robert Sheckley o Norman Spinrad o Gardner Dozois o Isaac Asimov, tanto per non citare Citati. Dino Buzzati e è morto celebre. Anna Frank pure. Raymond Queneau è interessante. Roberto Vecchioni un po' meno. Norberto Bobbio è vecchio, Renzo Piano non va piano, Carlo Levi non è fratello di Primo Levi, via Gramsci c'è in tutte le città e via Karl Popper no. Emanuele Luzzati disegna. I Guns N' Roses sballano. Oriana Fallaci e Camilla Cederna senza Quasimodo né Dylan Dog o Martin Mystere o Tex Willer e Carson o Nathan Never. Mario Puzo con Priebke e Kappler senza Roberto Calasso chi sono? Marco Polo e gli Squallor hanno fatto epoca. Antonio Spinosa e Spinoza sono fratelli. Arrigo Petacco e Arrigo Sacchi no. Demetrio Volcic da Mosca. Bianca Berlinguer è la figlia di Enrico Berlinguer. Margherita Hack è un'astronoma. Antonino Zichichi assomiglia a Ezio Greggio. Con Pino Arlacchi sbulacchi. Con Corrado Augias non c'è rima. Andrea de Carlo non scrivacchia male. Enrico Brizzi c'è anche lui. Arnoldo Mondadori doveva essere un bel tipo. Stefanel? Nanni Moretti fa il filmaker. invece i Ricchi e Poveri, Bice Valori, Beppe Grillo, Natasha Stefanenko, Aldo Fabrizi, Adolfo Celi, Kabir Bedi, Luigi Comencini, Anna Magnani, Giancarlo Magalli, Maria Schneider, Alan Friedman, Teo Teocoli, Catherine Spaak, Lello Arena, Riccardo Muti, Milva, Max Biaggi, Susanna Agnelli, Giulietta Masina, Fulco Pratesi, Luigi Calabrese, Lotta Continua, Paolo Liguori, Enrico Mentana, Nancy Brilli, Gigliola Cinquetti, Tito Baroni, Sandra Mondaini, Carlo De Benedetti e Silvia Monti, Luca Barbareschi e Piersilvio Berlusconi, Gianni Letta, Marcello Dell'Utri, Veronica Lario, Gianmarco Tognazzi, Giorgio Albertazzi, Padre Pio, Eugenio Scalfari. La satira in Italia non c'è quasi più. Antonio Di Pietro, Ciriaco De Mita, Marco Pannella, Silvio Berlusconi, Massimo d'Alema, Gianfranco Fini, Fausto Bertinotti, Adelio Ciampi, Lamberto Dini, Antonio Mastella, Cesare Romiti, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Tiziana Parenti, Gianni Agnelli, Walter Veltroni, Sergio d'Antoni, Mino Martinazzoli, Nerio Nesi, Luigi Cofferati, P. K. Dick, Giuliano Urbani, Bassolino, Rocco Buttiglione, Romano Prodi, Monica Bellucci, Arnaldo Forlani, Giulio Andreotti, Stefano Salvi, Umberto Bindi, Mauro Galligani, Silvio Piola, Paola Barale, Fausto Coppi, Gino Bartali, Franco Causio, Scirea, Zoff, Burgnich, Cuccureddu, Roberto Boninsegna, Spillo Altobelli, Pietro Mennea, Sara Simeoni, Pino Zac, Gilberto Govi, Fred Buscaglione, Cecchetto, Casini, la legge Merlin. Bagwan Shree Rajneesh Non con Davide Riondino e Massimo Boldi e Lorella Cuccarini non sono tutti comici italiani perché Jerry Calà non è Charlie Chaplin né Walter Chiari né Renato Pozzetto anche se iniziava con lui e Gina Lollobrigi da Zuzzurro e Gaspare oppure Zuzurro e Gaspare nonché Gino Bramieri e Paolo Villaggio o Sophia Loren da Vittorio Cecchi Gori al cinema. Giuliano Ferrara è magro. Simona Ventura anche. Milli D'Abbraccio o Milly d'Abbraccio oppure Milli d'Abbraccio? Eva Orlowsky non ha questo problema. Né Fabrizio Frizzi, Carmen Lasorella o Carmen La Sorella, Lilly Gruber, Rita Dalla Chiesa e Marta Flavi con Maurizio Costanzo e Simona Izzo. Il Pippo Chennedy Show è come Avanzi. Antonio de Curtis, detto Totò. Maurizio Costanzo ama mangiare. Fabio Fazio non compete con Piero Pelù o Piero Pelu, ma neppure con Brosio. I Nomadi e i Ragazzi Italiani non sono vere fighe italiane come i Litfiba. La mamma di Brosio è un mito.Paolo Villaggio e Marta Marzotto. Carolina di Monaco non è Stephanie di Monaco né il principe Ranieri di Montecarlo. Sorrisi e Canzoni TV da i programmi televisivi. Talk Show. Talkshow. Nella Nazionale Cantanti giocano: Francesco Baccini, Biagio Antonacci, Luca Barbarossa, Marco Conidi, Pino D'Angiò o Pino D'Angio', BRACCO DI GRACI, Riccardo Fogli, Leandro Barsotti, Gianni Bella, Paolo Belli, Bungaro, Luca Carboni, Tiziano Cavaliere, Sandro Giacobbe, Giovanni Giusto, Ligabue, Luca Binario, Max Binario, Andrea Mingardi, Giampiero Galeazzi. E poi... Alberto Sordi! Fiorello! Beppe Recchia faceva Drive In su Italia Uno. Bud Spencer e Terence Hill sono un mito. Giuliano Gemma li imitava. Adriano Celentano no. Neppure Rosita Celentano. O Ursula Andress. Pippo Franco non vale Oreste Lionello, né Woody Allen. I Jalisse e Ferré con Paola Perego da Indro Montanelli tramite Guglielmo Zucconi. Anna Oxa è Anna Oxa. Syria è Syria. New Age. Bruno Bozzetto è il miglior cartoonist del mondo. Anche Julius Feiffer non è male. Luciano Rispoli è a Telemontecarlo per Tappeto Volante. Fuori Orario è bene. Padre padrone è male. I fratelli Taviani però non c'entrano. Licia Colò è decisamente brava. L'ispettore Derrik è una mummia. Il tenente Colompo anche. Zorro no. Nessuno è erotico. Nessuna è erotica. Foto erotiche qui non ce n'è. Luna Park cosa vuol dire? Franco Bracardi è il sosia di Maurizio Costanzo. Paolo Pietrangeli regista. Gad Lerner con la erre moscia. Sergio Zavoli, Enzo Siciliano e Karol Woityla. Carmen Llera Moravia è una vedova allegra, come Aldo Busi o Roberto Gervaso. Lo psicanalista Verdiglione con Cesare Musatti o Silvia Montefoschi e Jacques Lacan e John Krisnamurti, Osho Rajineesh Bagwan, la PNL: Programmazione Neuro Linguistica. Behaviourismo e comportamentalismo, Selezione Naturale e Darwin e Palo Alto, bioetica e bioingegneria, etica e morale, immorale e qui si finisce a far la pornostar, magari la pronostar italiana, una delle tante pornostar italiane, cioè del mondo del porno, cioè roba erotica o erotico, in pratica erotismo, una faccenda di sesso selvaggio. Stefano Rodotà è dissidente. Mauro Rostagno è morto. Norberto Bobbio, Cesare Cases, Natalia Ginzburg, Massimo Mila, Lalla Romano hanno a che fare con il premio Calvino di Torino, dellla Associazione Italo Calvino. Nino Bergese, non detto Che Guevara, e neppure Charles Bukowski (pace all'anima sua) o Robert Sheckley o Norman Spinrad o Gardner Dozois o Isaac Asimov, tanto per non citare Citati. Dino Buzzati e Maria Bellonci, con Italo Svevo in testa e Gabriele d'Annunzio al seguito, non senza Alessandro Manzoni, Giacomo Leopardi, Giosuè Carducci, Verga, Dante, Ugo Foscolo e soprattutto il migliore di tutti, Pietro l'Aretino, (ma anche Eugenio Montale non scherza) parlano italiano anziché tedesco come Peter Handke, il crucco dei crucchi più crucchi di Franz Kafka, per il quale Alta Vista trova 12612 voci diverse. Vasco Pratolini, Elio Vittorini e Cesare Zavattini fanno rima. Ovidio e Sallustio no. Neppure Plutarco e Plauto e Pluto, il cane di Topolino, l'amico di Gambadilegno e Macchia Nera e Zio Paperone e Paperino e Anna Falchi,TV Palatino, Valentino Rocca e Franco Bracardi, Marta Flavi, Buona Antonella Clerici, Tullio Solenghi, I Ricchi e Poveri, Anna Falchi, Anna Falchi, Catherine Spaak, Lello Arena, Riccardo Muti, Milva, Max Biaggi, Susanna Agnelli, Alter, Il Male, Frigidaire, Linus, i ricchi e poveri, o invece i Ricchi e Poveri, Bice Valori, Beppe Grillo, Natasha Stefanenko, Aldo Fabrizi, Adolfo Celi, Kabir Bedi, Domenica, Mediaset, Canale 5, Wendy Windham, Peppino De Filippo, Luigi De Filippo, Carlo Bo, Paolo Hendel, Catherine Spaak, Eros e Priapo, Benito Mussolini, Julio Iglesias, Barbara Bouchet, Renzo Montagnani, Anna Galiena, Sandro Mayer, Tomas Milian, Alvaro Vitali, Alberto Castagna, Natassja Kinski, Rita Forte, Elisabetta Ferracini, Luigi Comencini, Anna Magnani, Giancarlo Magalli, Maria Schneider, Alan Friedman, Teo Teocoli,Tango, Zut, Giulietta Masina, Fulco Pratesi, Luigi Calabrese, Lotta Continua, Paolo Liguori, Enrico Mentana, Nancy Brilli, Gigliola Cinquetti, Tito Baroni, Sandra Mondaini, Carlo De Benedetti e Silvia Monti, Luca Barbareschi e Piersilvio Berlusconi, Pantalone, Paperoga, Pippi Calzelunghe, Gianni Letta, Marcello Dell'Utri, Telesogno, Maurizio Costanzo, Maria De Filippi, Amici, teatro Parioli, Roma, Italia, Italy, Nerio Nesi, Roberto Quaglia, lettere, Canale 5, Vittorio Sgarbi, Carmen Russo, Lory Del Santo, Giucas Casella, programmi televisivi, tivù, TV, totem televisivo, teledipendenti, teledipendenza, telegenico, Carla Bruni, telegenici, fenomeni emergenti, Luigi Cofferati, P. K. Dick, Giuliano Urbani, Bassolino, stregoneria, streghe, fattucchiere, sciamani, preti, sacerdoti, stregoni, ciarlatani, imbonitori, truffatori, Rocco Buttiglione, Romano Prodi, Monica Bellucci, Arnaldo Forlani, Giulio Andreotti, Stefano Salvi, Carmen Russo, Lory Del Santo, Giucas Casella, Umberto Bindi, Mauro Galligani, Silvio Piola, Paola Barale, Fausto Coppi, Gino Bartali, Franco Causio, Scirea, Zoff, Burgnich, Cuccureddu, Roberto Boninsegna, Spillo Altobelli, carteggio, star televisive, telepromozioni, consigli per gli acquisti, libri buoni, sballi, sballoso, demenziale, fuori di testa, demenziali, società italiana, VIP italiani, Striscia la notizia, Antonio Ricci, satira, sociologia, psicologia, sesso, sex, filosofia, filosofia moderna, sballato, letteratura non mimetica, fantascienza, Roberto Baggio, Weah, Arrigo Sacchi, SF, politica, cultura, pubblicità, estrapolazione, intelligente, sballato, scrittori emergenti, intelligenza, fantasia, Elio e le storie tese, Bruno Vespa, Giorgio Bocca, Umberto Eco, Piero Angela, Mike Bongiorno, Fazio, Renzo Arbore, Pacciani, Claudia Koll, Mara Vernier, Laura Freddi, Valeria Marini, Ezio Greggio, Anna Falchi, Carmen Russo, Lory Del Santo, Giucas Casella, Italian myths, pazzesco, divinità, totem, Giorgio Forattini, Il Male, pena o Lorena Forteza o Alessia Merz mentre Ornella Muti e Alba Parietti sono cult, o demenziale, da demenzialità, uno scrittore pazzo, colmo di pazzia, e follia, il mostro, fazioso, Italian writers, Italian Authors, Oliviero Toscani, Enzo Iachetti, Andrea Roncato, Silvio Berlusconi, Lucio Battisti, Mina, Antonio Albanese, Monica Bellucci, Spice Girls, Luchino Visconti, Jean Michel Jarre il genio,Stefania Rocca è meravigliosa, Paola Barale è televisiva, Carla Bruni è mitica, Gaia de Laurentis è anche più mitica, Claudio Lippi e Gerry Scotti, senza Alberto Sordi, o Fiorello, Nancy Brilli, Bud Spencer, Licia Colò, Asia Argento, Dario Argento, Paola Ferrari, Heather Parisi, Wendy Windham, Natassja Kinski, Antonella Clerici, Carla Bruni, Giancarlo Magalli, Paolo Liguori, Enzo Siciliano, Enrico Mentana, formula uno o formula 1, Satana, Carla Bruni, Satanasso e satana e satanasso, il diavolo, Mefistofele e Belzebù, detti anche mefistofele e belzebù, satanismo e riti satanici, Anna Falchi, Sabrina Ferilli, Emanuela Folliero, Laura Freddi, Valeria Golino, Serena Grandi, Eva Grimaldi, Anna Kanakis, Claudia Koll, Carla Liotto, Alessia Merz, Francesca Neri, Sabrina Salerno, Stefania Orlando, Laura Valci, Carla Liotto, Alessia Marcuzzi, Valeria Marini, Alessia Merz, Ornella Muti, Cristina Quaranta, Francesca Neri, Stefania Orlando, Federica Panicucci, Alba Parietti, Cristina Quaranta, Sabrina Salerno, Laura Valci, Simona Ventura, el Santo e Tinì Cansino con Giuseppe Garibaldi, d'altra parte Bettino Craxi con Luca Iosi, Tattarella, Mancuso, Amintore Fanfani, Aldo Moro, Giuseppe Saragat, Pietro Nenni, Giuseppe Mazzini, Cavour, Nino Benvenuti, Gimondi e Moser, Bugno e Cirino Pomicino, discoteche e Gianni de Michelis, Larizza e La Malfa, Omar Sivori e Giacinto Facchetti e Gianni Brera. Futurismo ed esistenzialisti. Futuristi ed esistenzialismo. Puttane e gigolò. Puttana e Fassbinder. Troie famose. Omero e omertà. Achille Ochetto e l'Illiade. La banda della uno bianca o la banda della Uno bianca? Eva Mikula! Clemente Mimun e Don Sturzi o don Sturzi. Giovanni Falcone e Borsellino. Mani pulite. Fabio Fazio e Idris. Rave Party, Rave parties. Talk Show. Talkshow. Salotto televisivo e salotti televisivi. Demenziale e demenzialità. Scrittori demenziali. Umoristi demenziali. Giorgio Gori e Cristina Parodi, Carlo Freccero e Antonio Ricci. Anche Silvio Berlusconi. Tutti i nomi che casualmente appaiono nell'accozzaglia di lettere nei paragrafi precedenti, sono un prodotto del caso o della fantasia della mia scimmia, che ha casualmente battuto per qualche tempo con le dita sui tasti del mio computer quando io mi sono distratto in cucina a rosicchiare parmiggiano reggiano. Ogni involontario riferimento o assonanza a persone realmente esistenti è puramente casuale. E comunque, scemo chi legge. Questo dovrebbe essere chiaro. A tutti. Tranne a chi legge.